lunedì 24 dicembre 2012

La mia Troupe!

I miei fedeli assistenti grazie ai quali ho realizzato il mio ultimo video.
Per trovarli ho attraversato la nebbia più fitta, ho seguito il corso di grandi fiumi, solcato i mari e raggiunto un'isola lontana e meravigliosa, Ichnusa.
Intorno a  me: Sky Lady, Dr Simon e Director Michael.


sabato 22 dicembre 2012

Ep.1: Il Teorema del Fuoco





Note a cura del Prof. Alchemist.
(trad. dal tedesco a cura della redazione di Scientificast)


Sulla combustione in generale si veda l'articolo
http://it.wikipedia.org/wiki/Combustione

 La paglietta di ferro che brucia
 Circa l'esperimento in cui si brucia la paglietta di ferro, notare i seguenti punti:
Usare paglietta molto sottile e dipanarla un po' con le mani (il tipo d'acciaio inossidabile fatta con trucioli più larghi non funziona). E' bene usare dei guanti per evitare piccole schegge metalliche. Se la paglietta è troppo compatta non brucia (come non brucia un pezzo di ferro) poiché il contatto con l'aria circostante è troppo limitato.
Lavorare con occhiali di protezione, lontano da materiale infiammabile. Possono generarsi piccole scintille che schizzano a qualche distanza.
Operare su un piatto metallico o di ceramica, sotto al quale è bene mettere una protezione di legno o un poggiapentole.
Il prodotto della combustione è ossido di ferro (ruggine).



Il Professor Alchemist dà fuoco al ferro.




Dimostrazioni chimiche correlate:

The Science of Fireworks



E' possibile innescare la combustione anche utilizzando una comune batteria da 9 Volt: basta toccare la paglietta con i due poli, in due o tre punti successivamente. La corrente elettrica rende incandescenti alcuni filamenti di ferro e dà inizio alla reazione.
Ricordo che lo stesso principio (ovvero rendere incandescente il ferro in presenza di una quantità sufficiente di ossigeno) è utilizzato nei cannelli per il taglio ossiacetilenico dei metalli.
Dapprima si rende incandescente la lastra da tagliare con la normale fiamma ossiacetilenica; subito dopo si chiude l'afflusso di acetilene e si dirige sul ferro arroventato un forte flusso di ossigeno puro.

Si veda:




Esplosione polvere di farina


La combustione di polveri disperse nell'aria può essere effettuata anche con altre sostanze, come amido, zucchero a velo, segatura fine, spore di licopodio, polvere di ferro o alluminio, ecc.

Un semplice metodo per qualche esperimento è mettere un cucchiaino di polvere su un foglio di carta e soffiarlo su una fiamma sufficientemente grande.




Sulla farina si veda anche

http://www.youtube.com/watch?v=evXhs1-exMo


Articoli dal Journal of Chemical Education:


A transparent dust explosion apparatus
G. P. Haight Jr., Robert. Duvall, and Stanley Phillips
Journal of Chemical Education 1968 45 (10), A833

A new method for demonstrating dust explosions
Ralph E. Dunbar
J. Chem. Educ., 1928, 5 (3), p 349

Circa i pericoli delle esplosioni da polveri in impianti industriali si veda:

http://it.wikipedia.org/wiki/Esplosione_di_polveri

Gino Ronchail
STUDIO DEL FENOMENO DELL'ESPLOSIONE DI POLVERI NELL'INDUSTRIA AGRO-ALIMENTARE

http://www.scienzaegoverno.org/48/48esplo.htm


Dust explosions
Joseph B. Ficklen
Journal of Chemical Education 1942 19 (3), 131






Fuso orario

Causa fuso orario,
probabilmente,
oggi arriveranno Fuoco&Fiamme!

giovedì 20 dicembre 2012

Il mio podcast preferito!

http://www.scientificast.it/
scientificast.it

Il mio fantastico Mondo...

La devo tenere d'occhio altrimenti vola via ;-)

























La mia Compagnia di Steampunk Italia


Da sx: Sky Lady, nascosto dietro me c'è SandMan, non si vede perchè è piccolino ;-), Kappa, Lady Lavinia, di fianco a lei c'è il suo Vulcano (purtroppo non si vede), e poi l'affascinante (le donzelle dicono così) Absinth Amon. Davanti, con la clessidra, Time Mistress, Corvinya,


Una delle mie Creature...









La mia fedele Sky Lady


Il progetto delle Ali di Sky Lady l'ho studiato io!




Sky Lady&Prof. Alchemist


Qui siamo sul lago Maggiore ad Arona,
alla prima Steampunk Fair organizzata da Steampunk Italia.
Wunderbar!

I miei Experimenti!

Il postulato del Cetriolo

Note a cura del Prof. Alchemist.
(trad. dal tedesco a cura della redazione di Scientificast)

Sulla accensione di una arachide


Per accendere un'arachide come una piccola candela, ricordate di tagliarne una scheggia stretta; fissatela con mollica di pane, oppure facendo un piccolo foro in un mezzo guscio dell'arachide stessa.
L'esperimento riesce anche con altri semi e frutta secca, per esempio il gheriglio di una noce, o una mandorla
.

Per avere un'idea del contenuto di oli in vari semi, si veda la seguenta tabella:


Sulle lampade a sottaceti:

L'esperimento del “cetriolo luminoso” è un classico.
Si trovano vari video su Youtube (solitamente in inglese: cercare “glowing pickle” o “electric pickle”).
Si sconsiglia di provare a ripetere questo esperimento.
In ogni caso basterebbe usare - oltre ai conduttori, collegati ai 220 volt - due chiodi, o due forchette.
E' anche possibile sistemare gli elettrodi verticalmente, a 1,5 cm circa, e infilzarvi sopra il cetriolo.
Il Professor Alchemist con il cetriolo luminoso, glowing.

Alcuni lavori al riguardo sono stati pubblicati su riviste scientifiche, in particolare il Journal of Chemical Education.
(Interessante quello in cui fanno marinare i sottaceti in presenza di sali che emettono lue di diverso colore.)


http://pubs.acs.org/action/doSearch?action=search&searchText=glowing+pickle&qsSearchArea=searchText&type=within&publication=346464552


riportiamo gli abstract dei più utili.
chi fosse interessato alle pubblicazioni originali, contatti Scientificast.

Glowing veggies
Pirketta Scharlin, Audrey A. Cleveland, Rubin Battino, and Monica E. Thomas
Journal of Chemical Education 1996 73 (5), 457
In this paper we extend our work to other vegetables and the spectra generated by other elements than the sodium in pickle brines. We also did a study on the effect of concentration and voltage on glow intensity.

Revisiting the Electric Pickle Demonstration
Michelle M. Rizzo , Tracy A. Halmi, Alan J. Jircitano , Martin G. Kociolek and Jerry A. Magraw
School of Science, Penn State Erie, The Behrend College, Erie, PA 16563-6045
Department of Chemistry, Kirkwood Community College, Cedar Rapids, IA 52406-2068
J. Chem. Educ., 2005, 82 (4), p 545

The electric pickle demonstration has long been used to explore the atomic emission of sodium ions, which emit a brilliant yellow-orange glow. The emission from other metal ions including lithium, potassium, strontium, and barium can also be demonstrated by pickling cucumbers with the corresponding chloride salt. Cucumbers were bleached with hydrogen peroxide, pickled using a 10% salt solution in vinegar, and electrified using a unique device. The pickled cucumbers glowed pink, purple, red, and yellow, respectively. The glowing pickles provided characteristic line spectra when visualized through a diffraction grating. This adaptation of a classic demonstration provides an eye-catching alternative to discharge tubes for classroom discussions of atomic emission and line spectra.


The incredible "glowing" pickle and onion and potato and...
Rubin Battino
Wright State University, Dayton, OH 45435
J. Chem. Educ., 1996, 73 (5), p 456
There are many demonstrations about electrical conductivity that are illuminating, but the incredible glowing pickle is the most dramatic and eye-catching. In this paper we describe how to achieve the same effect with an onion, a potato, a head of cabbage, and a grapefruit, as well as a simple and safe device to hold these foods. An explanation as to the mechanism of the glowings is also described.



Lampada a filamento di carbonio

In questo esperimento si pone nel sostegno una sottile mina di grafite del diametro di 0.5-0.7 mm.
La corrente applicata è prelevata da un alimentatore per computer che genera 12 V AC (togliendo lo spinotto terminale).
E' possibile anche utilizzare più batterie in serie (consigliabile il formato torcia D o mezza torcia C, o maggiori).
Si sconsiglia di utilizzare barre di grafite di diametro maggiore, filamenti metallici e correnti a tensioni superiori!
Appena si dà corrente, si nota la produzione di una piccola quantità di vapore, che deriva dal riscaldamento dell'umidità contenuta nella mina di grafite.
La durata e la luminosità del filamento prima che bruci variano col diametro, la lunghezza utilizzata (consigliati 2-3 cm ) ecc.


Il Professor Alchemist osserva la grafite

Un video didattico
http://www.youtube.com/watch?v=iG0_LAefrnI

Per confronto con la lampada di Edison a filamento di carbonio in ampolla evacuata, si veda anche:
http://it.wikipedia.org/wiki/Lampada_ad_incandescenza

http://en.wikipedia.org/wiki/Incandescent_light_bulb

La mia pagina su Facebook

https://www.facebook.com/ProfAlchemist
Prof Alchemist

Benvenuti nel mio blog!

Il Prof. Alchemist vi dà il Benvenuto nel suo blog.